Ossido è il nuovo singolo di wLOG

Ossido è il nuovo singolo di wLOG

Esce oggi venerdì 18 dicembre 2020 (distribuzione Artist First) il nuovo singolo di wLOG. Un pezzo che conferma l\’anima nera più intima e tormentata dell\’atipico cantautore milanese che già avevamo intravisto con il precedente pezzo dal titolo I Canini di Vlad, confermando la squadra formata da I Tristi (produzione presso il Bedroom Studio) e Emyk (mix and mastering).

Rispetto ai precedenti singoli, pur rimanendo nei canoni del cantautorato pop, Ossido è un pezzo più oscuro e disturbante, descrizione di una nuova Milano distopica che non è poi così distante da quella che stiamo vivendo in questo periodo: una società in loop dove siamo sia vittime che carnefici
 

Un giorno ho visto un uomo, seduto su un marciapiede, che cercava invano di colpire con un mozzicone di sigaretta la schiena di una persona che indifferente lo aveva calpestato. Mi sono seduto vicino a lui per parlare un pò. Quel giorno anche io mi sono sentito lontano dal mondo. Oggi lui non c’è più e nessuno lo sa. Così ho scritto Ossido.
 

BIO:

wLOG è un cantautore, poeta e performer milanese: la sua musica si muove tra il prog, il punk, l\’elettronica, l\’indie e il pop. Esordisce come solista nel 2018. Nel marzo 2019 esce il primo album \”wLOG\”. Il sound viene definito switch pop: un groove familiare, ma allo stesso tempo lontano da ciò che si è abituati ad ascoltare. wLOG vuole trasportare verso il futuro la purezza della song, della linea, del sentimento e del testo intimo. Un lancio di nuove miscele di suoni fusion tra clubbing, edm, synth e spunti sperimentali. Gli ultimi brani in sequenza sono “Un colpo solo” (qui il VIDEO) e “Indiani d’America” (VIDEO) e “Naftalina” (VIDEO), tutti inseriti nelle playlist Indie Italia e Scuola Indie di Spotify. A luglio 2020 è uscito l’Ep “Nisba” (ascolta qui)

Previous post Nota Stampa Ja.La Media Activities a sostegno di SPAZIO211
Next post YOU ME AT SIX ‘ADRENALINE’ IL NUOVO SINGOLO TRATTO DA ‘SUCKAPUNCH’ L’ESPLOSIVO NUOVO ALBUM IN ARRIVO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *